La rissa, ovvero sono russo e non mi tiro indietro

Molto spesso, girando su youtube o sulla rete, capita di imbattersi in video di inaudita violenza, protagonisti i quali sovente risultano essere i russi. I fatti ripresi accadono per strada, nei  locali, ma anche nei talk show televisivi o durante i matrimoni. Lo spirito russo, per chi non lo sapesse, racchiude caratteristiche quali il coraggio, l’onore, l’istintività, che spessissimo prevalgono sul raziocinio e sul buon senso. Se a tutto ciò si aggiunge la particolare inclinazione di questo popolo ad alzare il gomito, il gioco è fatto. Chi vive in Russia avrà visto almeno una volta qualche gruppo di “pazani” (in milanese “zanza o maranza”, al sud “guaglione” o in romanesco “borgataro”) darsele di santa ragione in un cortile o davanti a una panchina su una “tropinka” (giardinetto), davanti a una distesa di lattine e bottiglie vuote precedentemente scolate. La cosa che subito balza all’occhio è il completo sprezzo del pericolo e la mancanza totale di valutazione delle conseguenze di tali atti: i russi si gettano l’uno sull’altro, si tirano bottigliate e reagiscono a provocazioni senza particolari remore. Ciò accade tra giovani come tra persone adulte, tra “pazani” e anche tra gente di ceto elevato o personaggi famosi. Insomma con i russi non si scherza! Continua a leggere