Apertura dei ponti a san Pietroburgo: guida rapida all’uso

Con la fine di aprile e lo sghiacciamento della Neva ha inizio l’apertura notturna dei ponti. Da una parte l’evento è motivo di romantiche passeggiate sul lungo riva per apprezzare lo spettacolo mozzafiato enfatizzato dalle notti bianche. Dall’altra è un motivo, per chi si muove di notte, per dare sempre un occhio all’orologio e porsi la domanda che molti pietroburghesi si pongono: farò a tempo a tornare a casa o mi passo la notte a spasso? Ovviamente il problema si pone a seconda di dove viviate e di quali spostamenti dobbiate fare. Vivere nel dipartimento centrale e in quello dell’ammiragliato, senza considerare i quartieri periferici, semplifica senz’altro la vita. Per chi abita in Vasilevsky Ostrov o sulla Petrogradskaya Storona, o ci si deve recare in orario serale, di certo è meno semplice.Vediamo nel dettaglio, cartina alla mano, come si sussegue l’apertura dei ponti del centro città. Il primo ad aprirsi è il “Dvorzovoi Most”, ovvero il ponte di fronte all’Hermitage e uno dei simboli della città, all’ 1:05, per poi richiudersi alle 4:50 del mattino. Questo ponte collega il dipartimento centrale a Vasilevsky Ostrov; se avete necessità di passarvici e avete ritardato fate a tempo fino alle 1:25 tramite il Blagoveshensky Most (o Most Leitenanta Schmidta), situato più a ovest seguendo il lungo Neva.  Continua a leggere

Annunci