La rissa, ovvero sono russo e non mi tiro indietro

Molto spesso, girando su youtube o sulla rete, capita di imbattersi in video di inaudita violenza, protagonisti i quali sovente risultano essere i russi. I fatti ripresi accadono per strada, nei  locali, ma anche nei talk show televisivi o durante i matrimoni. Lo spirito russo, per chi non lo sapesse, racchiude caratteristiche quali il coraggio, l’onore, l’istintività, che spessissimo prevalgono sul raziocinio e sul buon senso. Se a tutto ciò si aggiunge la particolare inclinazione di questo popolo ad alzare il gomito, il gioco è fatto. Chi vive in Russia avrà visto almeno una volta qualche gruppo di “pazani” (in milanese “zanza o maranza”, al sud “guaglione” o in romanesco “borgataro”) darsele di santa ragione in un cortile o davanti a una panchina su una “tropinka” (giardinetto), davanti a una distesa di lattine e bottiglie vuote precedentemente scolate. La cosa che subito balza all’occhio è il completo sprezzo del pericolo e la mancanza totale di valutazione delle conseguenze di tali atti: i russi si gettano l’uno sull’altro, si tirano bottigliate e reagiscono a provocazioni senza particolari remore. Ciò accade tra giovani come tra persone adulte, tra “pazani” e anche tra gente di ceto elevato o personaggi famosi. Insomma con i russi non si scherza!Tra gli eventi nel corso dell’anno la festa del temutissimo VDV, il leggendario corpo paracadutisti russo, celebrata il 2 agosto, è spessissimo teatro di risse di massa. Questi bestioni in telniazhka (canotta) biancoazzurra e berretto invadono i parchetti delle città per sbronzarsi sonoramente e finire a fare a botte con i vari malcapitati o con la milizia. Ma la rissa non deve essere vista solo in negativo, spesso è anche un ingrediente di naturale folklorismo: come dice un detto russo in ogni matrimonio che si rispetti ci deve essere una rissa. Ovviamente per motivi futilissimi, come una parolina di particolare apprezzamento verso la sposa, una “mancanza di rispetto”, la mancata precedenza all’auto degli sposi e simili. Partita la prima bicchierata si forma subito un “trenino” di partecipanti ansiosi di darsele. Poi il tutto finisce con una pace generale e tutti seduti a brindare, più amici di prima. I motivi di tutto ciò? Non servono spiegazioni quando si parla di Russia….

5 pensieri su “La rissa, ovvero sono russo e non mi tiro indietro

  1. eh eh e io ne so qualcosa… :=0
    comunque generalmente prevale la variante sallon del far west/Bud Spencer dunque sane mazzate a mani nude, old school!
    Effettivamente quando poi la situazione degenera ulteriormente si possono vedere bottiglie scaraventate da una parte all’altra del locale…in ogni caso state alla larga da queste situazioni se siete deboli di cuore, in un attimo potreste esserne coinvolti!

  2. ma lo sai che ora che ci penso una l’ho vissuta pure io? eravamo sul treno per andare a Tsarskoye Selo per visitare la residenza di Caterina, e a un certo punto due vecchi super ubriachi hanno iniziato a darsi sberle alquanto pesanti… la gente tranquilla seduta a farsi i cavoli proprio, io e le mia amiche invece con gli occhi sbarrati a farcela sotto!!! che brutta esperienza! l’avevo totalmente rimossa!

  3. ah già è vero… andiamo bene!!!! ho rimosso proprio tutto del mio soggiorno a Mosca… un periodo che cancellerei volentieri del tutto dalla mia memoria… chissà come sarebbe per me tornarci adesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...